App Io, novità per le notifiche push | Cosa cambia

La App IO dei servizi pubblici si arricchisce con una importante novità che riguarda le notifiche push: ecco come funzioneranno

App Io (Foto Adobe)

Dall’aprile 2020 gli italiani possono scaricare sul proprio smartphone la App IO, una app pensata per avvicinare ancora di più i cittadini ai servizi della Pubblica Amministrazione. Tramite la App si potranno infatti visionare tutti i servizi della P.A. incluse le comunicazioni, i documenti ed i pagamenti.

La App è molto sicura dal momento che vi si accede tramite le credenziali SPID: autenticarsi all’App tramite un’identità digitale forte significa infatti garantire l’ identità certa e inequivocabile agli Enti che erogano i servizi. In questi giorni la App ha reso nota una novità che riguarda le notifiche push.

App IO, la novità delle notifiche push: cosa cambia

App IO
Notifiche push App IO (Foto Adobe)

I cittadini che hanno installata la Applicazione sui loro cellulari stanno ricevendo un avviso che riguarda una importante novità: le notifiche push. In particolare, coloro che hanno la App istallata, potranno scegliere se visualizzare un’anteprima con mittente e oggetto del messaggio alla comparsa. In questo modo si potrà sapere subito chi ha inviato il messaggio, senza nemmeno aprire la App.

LEGGI ANCHE: Addio RdC | Questi dovranno anche restituire soldi

Per poter attivare, o disattivare, questa funzione, bisogna recarsi nella sezione “Profilo” e selezionare “Preferenze” e poi “Notifiche push”, agendo infine su “Mostra anteprime”. Le notifiche push, quindi, hanno preso la stessa forma dei Promemoria: i cittadini possono scegliere se ricevere automaticamente dagli enti dei promemoria a proposito di scadenze o quando ci sono messaggi non letti.

LEGGI ANCHE: Se non paghi il condominio ti spetta questa brutta sorpresa

Inoltre, in futuro, la App sarà anche integrata con un sistema semplificato per il login ed è stata anche avviata una sperimentazione sulle notifiche digitali. Per quanto riguarda il login ogni 30 giorni la App si disconnette per garantire la sicurezza dell’utente: gli sviluppatori fanno sapere che a breve sarà a disposizione un metodo più semplice per accedervi.

Per quanto riguarda invece le notifiche digitali, gli sviluppatori stanno sperimentando, con alcuni enti locali, la possibilità di ricevere istantaneamente le comunicazioni a valore legale. In questo modo i cittadini potranno visualizzare, gestire e pagare direttamente in Applicazione i documenti che di solito sono inviati tramite raccomandata cartacea.

Gestione cookie