Avviso Polizia | Questa email INPS è una truffa

Una nuova truffa ai danni dell’INPS sta circolando in questi giorni in rete. L’avviso della Polizia di Stato

avviso polizia truffa email INPS
Truffa email INPS (Foto Pixabay)

Ogni giorno un italiano si sveglia e deve sapere che dovrà fare molta attenzione a non incappare in una truffa. Le truffe, nel nostro Paese, sono infatti all’ordine del giorno e i malintenzionati, di solito, prendono di mira soprattutto le persone più fragili come gli anziani e coloro che sono meno avvezzi alla tecnologia.

La maggior parte degli inganni da parte di truffatori, infatti, si muove proprio sulla rete internet con tentativi di phishing, o attraverso l’invio di SMS: in questo caso si parla invece di smishing. In entrambi i casi le vittime riceveranno o una mail o un SMS sul proprio cellulare, fintamente inviata da un istituto di credito, una azienda etc, in cui si chiede di seguire determinate istruzioni. Il risultato sarà lo svuotamento del conto.

INPS, l’avviso della Polizia: gira un’email truffa

avviso polizia truffa email INPS
Truffa email INPS (Pensioniora.it)

Ad essere presi di mira dai truffatori per potare a segno le truffe sono, come detto, istituti di credito bancari ma anche Poste Italiane, aziende e perfino l‘Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. E’ la Polizia di Stato a fornire, attraverso i propri canali ufficiali, a mettere in guardia gli italiani: in questi giorni sta circolando in rete una falsa comunicazione INPS.

LEGGI ANCHE: RdC, novità nel 2023 | In questo caso si perderà

La Polizia rende noto che i truffatori hanno messo a punto una nuova campagna di phishing che sta sfruttando il presunto accreditamento del Bonus INPS 2022. La finta mail dell’INPS, messa a punto dai truffatori, induce le vittime a prendere visione di un allegato HTML malevolo che, tramite una falsa applicazione, carpisce le credenziali di accesso del destinatario della e-mail.

LEGGI ANCHE: Cedolino pensioni, 17 funzioni importanti per i pensionati | Elenco

Si tratta dunque di una mail molto pericolosa: nel momento in cui si clicca sull’allegato HTML i truffatori avranno a disposizione tutti i dati sensibili della vittima come dati di accesso, codice fiscale, codici PIN etc. L’INPS ricorda che, per motivi di sicurezza, non invia mai comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili.

Proprio per questo motivo, coloro che ricevono un SMS o una e-mail sospetta non devono fornire alcun dato personale, non devono aprire gli allegati, non cliccare su link eventualmente presenti ed elimina immediatamente il messaggio. Infine la Polizia di Stato consiglia, per ridurre la ricezione di posta indesiderata, di aggiornare frequentemente il sistema operativo e di installare un programma antivirus e antispam.