Beffa RdC oltre stop ricariche: a molti sta capitando questo

Oltre 169 famiglie “occupabili” hanno perso il Reddito di Cittadinanza da luglio e, insieme a questa misura ne stanno perdendo anche un’altra…

assegno unico
reddito di cittadinanza e assegno unico (Foto Adobe-pensioni.it)

Sono questi giorni di grande fervore per quanto riguarda il Reddito di Cittadinanza ed in particolare 169mila famiglie formate da occupabili che hanno perso la misura proprio alla fine del mese di luglio. Come deciso infatti dalla Legge di Bilancio 2023, gli occupabili possono prendere il RdC per soli 7 mesi e senza possibilità di rinnovo.

Ne consegue che tutti gli occupabili che hanno ricevuto la prima ricarica nel corso del mese di gennaio hanno ricevuto l’ultima proprio nel corso del mese di luglio. Coloro che sono presi in carico dai Servizi Sociali possono fare domanda per il Supporto alla Formazione e al Reddito a partire da settembre ma, intanto, queste persone non sanno che potrebbero perdere anche un’altra misura.

Reddito di Cittadinanza, gli occupabili perdono anche quest’altra misura

assegno unico
reddito di cittadinanza e assegno unico (Foto Adobe-pensioni.it)

Tutti gli occupabili con figli a carico che hanno perso il Reddito di Cittadinanza con la ricarica di luglio si ritroveranno anche senza l’Assegno Unico Universale per i figli a carico. L’Assegno Unico, erogato per la prima volta nel marzo 2022 dal governo Draghi e prorogato da quello Meloni, è un incentivo per le famiglie con figli fino a 21 anni e senza limiti di età nel caso di figli che presentano una qualche disabilità.

Coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza e hanno figli a carico ricevono l’importo dell’Assegno Unico direttamente sulla carta gialla del reddito ma, dal momento che in molti non riceveranno più il RdC perderanno anche la ricarica dell’Assegno Unico. E’ questo un problema che, già nel mese di agosto, riguarda 224mila famiglie.

Assegno Unico, come fare per continuare a riceverlo

assegno unico
reddito di cittadinanza e assegno unico (Foto Adobe-pensioni.it)

Fortunatamente, però, gli ex percettori del RdC però, non perderanno in assoluto l’AU ma dovranno compilare apposita domanda all’INPS per continuare a riceverlo slegato dal Reddito di Cittadinanza. Tutti gli occupabili che nei prossimi mesi (sempre dopo 7 mesi dalla prima ricarica) perdono il RdC, devono presentare apposita domanda all’INPS per ottenere l’Assegno Unico.

Per richiedere l’assegno unico si può fare domanda o tramite i servizi Inps online, accedendo con SPID, CIE o CNS; chiamando il numero verde 803.164 da rete fissa, gratuitamente, o lo 06 164.164 da cellulare, a pagamento o tramite i servizi telematici gratuiti offerti dai patronati.

Ricordiamo, poi, che gli occupabili che perderanno il RdC, potranno fare domanda per l’AU e, a partire da settembre, potranno chiedere il Sostegno alla formazione e al lavoro. Possono presentare domanda per ottenere il Supporto per la Formazione e il Lavoro, del valore di 350 euro, coloro i quali non hanno i requisiti per poter accedere all’Assegno di Inclusione.

Queste persone dovranno presentare all’INPS apposita domanda per il Supporto: l’Istituto verificherà i requisiti e inviterà l’utente a iscriversi sulla piattaforma. Discorso diverso invece per il non occupabili, ovvero per coloro che hanno all’interno del proprio nucleo familiare minori, disabili o over 60: per loro il RdC terminerà il 31 dicembre dopodiché avranno in automatico l’Assegno di Inclusione dal valore di 750 euro.

Impostazioni privacy