Scarta queste bollette fake : non devi pagarle MAI più

Alcune bollette (fake) possono essere “scartate” e quindi non pagarle, ecco qual’è la nuova trappola che mette a repentaglio i consumatori

bollette fake
Queste bollette possono essere scartate e non pagate, attenzione alla nuova truffa sulle utenze, massima allerta (Canva) – Pensioniora.it

L’inflazione e il carovita sono alle stelle, i prezzi di benzina e beni alimentari sono allarmanti e con essi anche gli aumenti sulle utenze di acqua, luce e gas. La guerra in Ucraina ha aggravato la situazione in modo esponenziale portando gli incrementi a toccare tassi inflazionistici davvero esorbitanti che portano molte famiglie a gestire situazioni di grande difficoltà economica. Oltre alle truffe di pishing online tramite SMS ed email, si aggirano anche le fake bollette, a queste soprattutto è necessario prestare la massima attenzione per non cadere vittima delle frodi.

Bollette fake, queste devi assolutamente scartare altrimenti si rischia di essere vittime di frodi 

bollette fake
Queste bollette possono essere scartate e non pagate, attenzione alla nuova truffa sulle utenze, massima allerta (Canva) – Pensioniora.it

Il pishing ovvero l’invio di SMS ed email è la truffa più diffusa per aggirare le vittime e costringerle a pagare somme ingenti di denaro. Con la digitalizzazione delle bollette energetiche e del gas, questa operazione fraudolenta è ancora più semplice da elaborare, in quanto spacciandosi per gli enti di erogazione come Eni ed Enel, informano la vittima di pagamenti non andati a buon fine invitando l’utente a saldare il debito.  L’invio delle truffe solitamente è attraverso quello di messaggi elettronici, ma è bene sottolineare che questo tipo di gestori invia email e non SMS, quindi ogni qualvolta si ricevono questo tipo di messaggi sono quasi sempre delle truffe.

Le vittime preferite dai truffatori sono ovviamente pensionati e anziani che non avendo dimestichezza con la tecnologia possono avere più percentuale di essere tratti in inganno attraverso questo tipo di truffa, quindi è bene controllarli in modo più ravvicinato per per evitare situazioni spiacevoli. Ma oltre a questo genere di truffa c’è ne sono altre di bollette fake che possono generalmente trarre in inganno i consumatori e indurli a pagare. Quando si ricevono le bollette è fondamentale verificare che tutti i dati dell’intestazione siano corretti, controllando anche gli effettivi consumi, se si riscontrano delle incongruenze è importante chiamare prontamente l’assistenza dell’Enel o del proprio fornitore verificando insieme i dati della fattura e il consumo reale che si è utilizzato.

A causa dell’inflazione il consumo energetico è molto elevato quindi oltre a prestare attenzione ai dati forniti sulla fattura dell’utenza è necessario anche avere altri piccoli accorgimenti come l’uso di elettrodomestici che siano di classe energetica elevata per risparmiare in modo realistico sui consumi impattando positivamente sulla bolletta, utilizzare lavatrice e forno nelle fasce orarie in cui si risparmia maggiormente dalle 19 alle 8 di mattina, e nei feriali tutto il giorno. Utilizzare l’installazione di fonti di energia rinnovabili per risparmiare a lungo termine sui costi delle utenze, inoltre è sempre opportuno rimanere informati sulle truffe grazie all’azione della polizia postale e degli enti energetici fornitori, controllare sempre le fatture e i dati dei consumi effettivi. In caso di dubbi sui consumi e sui dati riportati, sulla ricezione di sms fraudolenti è importante contattare il proprio gestore affinché chiariscano ogni dubbio sui pagamenti sospetti e sulla ricezione di bollette false.

Impostazioni privacy