Bonus casa 2023, da settembre arriva la svolta: come richiederlo

Per tutte le famiglie che versano in un grave stato di disagio economico arriva il Bonus casa 2023, tutte le nuove svolte a partire da settembre

bonus casa 2023
Continuano gli incentivi del Governo per sostenere le famiglie in difficoltà, arriva il Bonus Casa 2023 che è stato esteso fino al 2024: come richiederlo (Canva) – Pensioniora.it

In uno stato in cui il carovita ha preso il sopravvento, sono sempre di più le famiglie italiane che versano in uno stato di grande difficoltà finanziarie con un reddito molto basso, pertanto lo Stato si incentiva per sostenere questi nuclei familiari con diversi bonus che permettono di alleviare la pressione economica che grava sulle loro spalle, pertanto da settembre sarà possibile fare affidamento sul Bonus casa 2023, una serie di agevolazioni e incentivi che sono stati nuovamente riconfermati per l’anno venturo per dare un sospiro di sollievo alle famiglie in situazioni finanziarie precarie.

Bonus casa 2023: tutte le agevolazioni da chiedere, confermate anche il prossimo anno

bonus casa 2023
Continuano gli incentivi del Governo per sostenere le famiglie in difficoltà, arriva il Bonus Casa 2023 che è stato esteso fino al 2024: come richiederlo (Canva) – Pensioniora.it

Visto la situazione di grande difficoltà in cui tante famiglie riversano, per non parlare di medie e piccole aziende, lo Stato cerca di fare il possibile con aiuti economici tramite bonus e agevolazioni fiscali per dare sollievo al bilancio complessivo finanziato. Nel Bonus casa 2023 a cui è possibile accedere, molti incentivi sono stati confermati anche per il prossimo anno tra qui il bonus ristrutturazioni con cui è possibile avere una detrazione fiscale pari al 50% sui lavori di ristrutturazione e installazione di infissi e tanto altro con una somma pari a 96 mila euro per ogni struttura. Altrettanto conveniente con una detrazione del 75% l’incentivo per eliminare le barriere architettoniche in favore di passaggi agevolati per i diversamente abili e vale sia per condomini che per immobili privati.

Se si è nel pieno di una ristrutturazione o di rinnovamento della propria abitazione può essere richiesto il bonus mobili per un pari di 8 mila euro per il 2023 e 5 mila euro per il 2024 convenzionando l’acquisto di arredamento ed elettrodomestici di classe energetica superiore, la quota sarà ripartita in 10 parti. Inoltre è possibile fare domanda per il bonus dei riscaldamenti e per l’installazione di pannelli solari per la produzione propria di energia elettrica sia per la propria residenza che per il condominio, terminando col bonus verde per la sistemazione delle aree green.

Per incentivare anche il minor utilizzo possibile dei contenitori di plastico volti quindi ad una scelta eco-sostenibile, esiste la possibilità di accedere al bonus per l’acqua con una detrazione fiscale del 50% sull’Irpef per l’installazione di sistemi di filtraggio e mineralizzazione dell’acqua. E’ bene ricordare che per ottenere tutte queste agevolazioni è importante consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate per scoprire i limiti di tempo entro cui è necessario presentare la documentazione e inoltre fondamentale ricordare che tutti i bonus hanno un limite di spesa che se superato non copre l’intero importo speso.

Impostazioni privacy