Il 99% delle persone non sa cosa respira: l’OMS lancia un messaggio chiarissimo

La qualità dell’aria a livello mondiale sarebbe inquinata tanto che il 99% della popolazione mondiale respira aria non pulita: i dati e le rilevazioni dell’Oms.

I livelli di inquinamento atmosferico, purtroppo, continuano a salire nella maggior parte del mondo. Gli studi e le rilevazioni degli ultimi tempi non sono per nulla incoraggianti, nonostante i numerosi interventi da parte delle istituzioni.

Inquinamento atmosferico dati Oms
Smog (Foto da Canva) – Bonus.it

Secondo l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), il 99% della popolazione del Pianeta non respira aria pulita, ossia oltre i livelli di sicurezza stabiliti dalla stessa organizzazione, una situazione nociva che aumenterebbe il rischio di insorgenza di gravi patologie.

Inquinamento atmosferico, il 99% della popolazione respira aria inquinata

Da anni i governi di molti Paesi si stanno impegnando per ridurre le emissioni nell’atmosfera, considerando i livelli di inquinamento registrati dagli esperti. Nonostante i vari interventi, però, la situazione non sembra essere migliorata, anzi.

Oms rapporto inquinamento popolazione dati
Inquinamento (Foto da Canva) – Bonus.it

A dimostrarlo sono i dati pubblicati qualche mese fa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Secondo l’Oms, durante lo scorso anno, la quasi totalità (99%) della popolazione a livello globale respira aria inquinata che supera i livelli di sicurezza stabiliti dall’organizzazione. Il monitoraggio, come riporta Il Sole 24 Ore, ha preso in esame oltre 6mila città dislocate in 117 nazioni.

Nel dettaglio, la popolazione respira aria con elevati quantitativi di PM 2,5, le polveri sottili che sono sospese in aria ed hanno un diametro, appunto, pari o inferiore a 2,5 micron. Queste sostanze inquinanti sono molto dannose per l’organismo: riuscendo a penetrare nei polmoni e nel sangue possono provocare l’insorgenza di patologie polmonari e cardiovascolari, ma sarebbero anche responsabili di implicazioni a livello cognitivo, soprattutto nei bambini.

A rispettare i livelli prefissati dall’Oms sono pochissimi Paesi, ma tra questi non c’è l’Italia che addirittura si è posizionata settima tra le nazioni più inquinante: numerose province del nostro Paese sarebbero tra le zone più inquinate al mondo.

Per questa ragione, l’Oms, gli esperti del settore e le varie associazioni ambientaliste stanno chiedendo da tempo ormai di intervenire in maniera più efficace cercando di ridurre il più possibile le emissioni. L’inquinamento atmosferico, difatti, sta mettendo sempre più a rischio il Pianeta e la sua popolazione.