In pensione ma senza aspettare i 63 anni: chi può farlo

Andare in pensione è un pensiero che fanno prima o poi tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici e per qualcuno c’è la possibilità di non aspettare più i 63 anni minimi.

anziani in pensione soldi
Si può accelerare la pensione? Sì (pensioniora.it)

Tra gli argomenti più caldi della Manovra 2024 e in generale delle discussioni politiche nel nostro Paese c’è quello legato alle pensioni. Da più parti si continua a parlare di quanto rischi di diventare insostenibile il sistema pensionistico attuale, anche alla luce della denatalità che porterà a una riduzione della popolazione attiva e di conseguenza a un minor ingresso di fondi per le pensioni.

E mentre il Governo e le parti sociali cercano di trovare una quadra, i lavoratori le lavoratrici continuano a guardare a quelle che possono essere le alternative all’attesa dei limiti stabiliti per legge al momento in vigore. In alcuni casi è possibile eludere la soglia che è stata indicata dal Governo come soglia minima dei 63 anni di età. Ecco in quali casi.

In pensione senza 63 anni, come fare?

operaio con levigatrice
In pensione prima del tempo, come? (pensioniora.ir)

La pensione è a quel momento in cui per raggiunti limiti di età si può decidere di abbandonare il lavoro in favore delle nuove leve. Ma a seguito di diverse ristrutturazioni del sistema pensionistico italiano l’età della pensione è stata via via spostata in avanti e raggiunge adesso i 67 anni di età, senza calcolare i vari sistemi di scivolo pensati da questo governo e da quelli precedenti. Ma c’è un modo alternativo per non dovere necessariamente aspettare i limiti di legge.

Si tratta di un sistema che non è universale anche se potrebbe essere universalmente applicato: è il cosiddetto contratto di espansione. Una misura che i datori di lavoro possono applicare in caso di società con almeno 50 dipendenti. Il contratto di espansione può essere posto in essere quindi anche da aziende non di grandi dimensioni ma sempre a patto che ci sia stato un confronto con i sindacati, dato che riguarda i lavoratori.

Come funziona il contratto di espansione

Con il cosiddetto contratto di espansione per i lavoratori c’è la possibilità di andare in pensione prima del raggiungimento effettivo dei limiti minimi stabiliti per legge. Nello specifico si può sfruttare il contratto di espansione a cinque anni, da calcolare in mesi e quindi nell’ordine di 60, dal raggiungimento dell’età oppure degli anni di contributo o addirittura a cinque anni, e quindi di nuovo a 60 mesi, dai limiti stabiliti dalla pensione anticipata. Questo significa che è possibile, se l’azienda attiva questo percorso, avere una pensione anticipata con il sostegno economico dell’azienda. Il contratto di espansione è un sistema con cui le aziende possono fare turnover e quindi assumere nuovi lavoratori trovando un modo per garantire anche chi ha lavorato già.