Questo documento ufficializza che sei diventato pensionato

Si tratta dell’attestazione rilasciata dall’INPS una volta raggiunti i requisiti di accesso e ogni anno in vista degli adeguamenti. Cos’è

cosa attesta pensione inps
Pensionati (Foto Adobe)

La manovra appena resa nota dal premier Giorgia Meloni concorre a trasformarsi nella nuova legge di bilancio che aprirà il quinquennio dell’esecutivo di centro-destra che succede al governo Draghi. Come era prevedibile, la linea guida dei provvedimenti si preoccupa di affrontare gli effetti dell’attuale crisi energetica sui cittadini e i nuclei familiari più deboli con misure ad hoc riguardanti il perdurante caro bollette. 

Si parla di due filoni di aiuti economici: il primo è relativo alla prosecuzione di un cosiddetto  “bonus bollette”, che vede però l’innalzamento della soglia reddituale ISEE che riceverà l’aiuto (rispetto al tetto posto dal precedente esecutivo); il secondo, invece, si traduce in una proroga da destinarsi alle famiglie in difficoltà che non ce la fanno a sostenere i costi delle fatture delle utenze, tramite il ritardo di sei mesi del distacco delle utenze: in tal modo, si attraverserà al caldo l’inverno alle porte.

Quale documento attesta lo stato di pensionato

cosa attesta pensione inps
Pensione INPS (Foto Adobe)

Come ogni manovra, anche la medesima non sarà a costo zero: necessita di un doveroso e robusto rifinanziamento per coprire le spese delle singole misure da parte delle già pressate casse dello Stato e dell’INPS. I fondi arriveranno dalla revisione dei requisiti di accesso al Reddito di Cittadinanza, nonché da altre iniziative di “razionamento” responsabile che dovranno alimentare le prossime iniziative a beneficio del welfare.

LEGGI ANCHE: Quattordicesima INPS: quali pensionati sono esclusi e perché

Tra queste, una delle più importanti fa riferimento alle pensioni, le quali vedranno l’introduzione di diverse novità a partire dal prossimo anno. Proprio per coprire il vuoto che dal 1° gennaio lascerà la “Quota 102”  – da raggiungere a 42 anni di età e 38 anni di contributi versati – e che rischia di essere riempito dal ritorno della Legge Fornero, è stato deciso per l’attivazione della Quota 103 – 62 anni di età e 41 anni di contributi – la misura anticipatoria che affiancherà la pensione di vecchiaia, con i suoi 67 anni anagrafici e il versamento di almeno 20 anni di contributi.

LEGGI ANCHE: Cosa devi sapere se sei pensionato e vai all’estero

Quando il lavoratore deciderà di accedere alla pensione una volta raggiunti i suddetti requisiti di accesso, non abbandonerà soltanto le sue mansioni di lavoro ma riceverà dall’Ente previdenziale un documento attestante il suo nuovo status da contribuente: si chiama modello OBIS/M, il prospetto pensionistico che riassume le informazioni delle pensioni INPS in pagamento, include: la perequazione automatica; gli importi mensili lordi, compresa l’eventuale tredicesima; gli importi netti al mese; le ritenute erariali e le addizionali di Regione e Comune ; le detrazioni; le quote associative; le trattenute; e il contributo di solidarietà. Pertanto, dati gli adeguamenti annuali dell’ISTAT, il modello OBIS/M è scaricabile online, in qualsiasi momento sul sito dell’INPS.

Gestione cookie