Naspi dicembre, arriverà subito o quasi a Natale? | Data

Le date previste per il pagamento della Naspi a dicembre, ancora qualche giorno d’attesa per i percettori

Naspi erogazione dicembre
Naspi (Foto Unsplash)

Il sussidio di disoccupazione Naspi resta uno dei principali inteventi a favore dei lavoratori dipendenti che hanno perduto l’impiego involontariamente. La Naspi (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego) è entrata a regime nel 2015, fornendo un ausilio economico per 24 mesi al dipendente licenziato o dimesso, con un ammontare di circa il 75 per cento dello stipendio mensile lordo e una decurtazione progressiva della somma nei mesi successivi.

Nel caso di dimissioni il sostegno spetta solo in alcune circostanze: dimissioni durante il periodo di maternità, dimissioni per giusta causa, risoluzione consensuale del rapporto. Per ricevere la Naspi si deve essere disoccupati e avere almeno 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti il licenziamento. Mentre da quest’anno vi sono anche destinatari del sussidio si tratta dei i lavoratori operai agricoli impegati a tempo indeterminato alle  dipendenti di cooperative e dei loro consorzi. Questa una breve panoramica dei requisiti previsti dalla normativa.

Le date previste per l’erogazione della Naspi durante il mese di dicembre

Naspi erogazione dicembre
Naspi (Foto Unsplash)

L’erogazione mensile della Naspi non avviene mai alle stesse date, il calendario può variare a ogni mese e la pubblicazione delle scadenze è effettuata, in genere, con 7-15 giorni di antici. Per i dettagli si può consultare il fascicolo previdenziale del cittadino accessibile sul sito ufficiale dell’Inps mediante credenziali Cns (Carta nazionale dei Sevizi), Spid e Cie (Carta d’Identità elettronica).

Leggi anche: RdC, scatta obbligo scolastico per i figli? | La situazione

Per quanto riguarda il prossimo mese di dicembre le fonti ufficiali dell’Istituto indicano il 16 dicembre come data di accredito per la Naspi, con degli scostamenti dovuti alla data di presentazione della singola istanza. Quindi come detto le date precise devono essere confermate sul proprio fascicolo Inps. In caso di difficoltà nell’accesso al proprio fascicolo previdenziale si può richiedere una consulenza presso un patronato o un Caf. La Naspi si inserisce in un mese particolarmente ricco di erogazioni e versamenti.

Leggi anche: Carta risparmio spesa, cos’è e come funziona | Soldi bonus

Infatti ai consueti pagamenti di tutti i mesi si aggiungono le tredicesime per i pensionati, i bonus tredicesima per gli assegni inferiori al minimo e la quattordicesima per chi ha maturato i requisiti richiesti dalla norma nella seconda metà dell’anno. Dunque non resta che aspettare qualche settimana e controllare periodicamente il proprio fascicolo previdenziale.

 

Gestione cookie