RdC, e se muore il titolare? | La famiglia eredita?

Cosa succede al reddito di cittadinanza nel momento del decesso del titolare? Entra a far parte dell’eredità o si perde?

eredità reddito cittadinanza
Eredità (Foto Adobe)

Questa domanda è piuttosto comune. Partendo da un ragionamento intuitivo, si può dire che il reddito di cittadinanza è un bene, dato che viene erogato mensilmente del denaro, anche se su una carta ricaricabile, la Rdc card, che consentirebbe l’utilizzo degli accrediti solo per l’acquisto di taluni beni. E può risultare un’analogia con la pensione di vecchiaia. Quest’ultima, al decesso del titolare, in qualche modo, entra a far parte di un’eredità, perché può essere convertita, nei casi consentiti, in pensione di reversibilità al coniuge ed ai figli, ed in casi particolari anche a fratelli e sorelle.

Dunque seguendo questo ragionamento si potrebbe pensare che il reddito di cittadinanza segua un meccanismo simile alla pensione. Ed invece no. Il reddito di cittadinanza, anche se erogato ugualmente dall’INPs, è un istituto differente. È un sostegno pubblico che fa parte delle politiche attive pubbliche.

Reddito di cittadinanza ed eredità, cosa dice la legge

eredità reddito cittadinanza
Reddito cittadinanza (Foto Adobe)

In sostanza, al momento del decesso del titolare del reddito di cittadinanza, la prestazione viene sospesa. Sospesa e non revocata, perché la famiglia potrebbe comunque farne nuova richiesta. Quindi non entra a far parte dell’eredità dei beni del defunto. Al cui decesso i parenti del percettore del reddito di cittadinanza non devono dare alcuna comunicazione ufficiale. È compito delle comunicazioni tra INPS ed anagrafe aggiornare i dati sui beneficiari presenti in vita.

Leggi anche: Bonus in busta paga se ritardi la pensione | Cifre e dettagli

In seguito alla sospensione del reddito di cittadinanza, il coniuge sopravvissuto può chiedere che la prestazione sia nuovamente erogata. Tuttavia serve un ISEE in corso di validità. Difatti l’ISEE, determinante sia per l’accesso al reddito di cittadinanza che per l’importo, muta al mutare non solo del reddito, ma anche dei componenti del nucleo familiare.

Leggi anche: Opzione donna 2023 | Novità e chi può rientare nel nuovo anno

E con il decesso di uno di essi, la consizione per l’Rdc potrebbe essere migliorativa, se parte del reddito proveniva dal defunto, o peggiorativa nel caso in cui un membro in meno, per cala di equivalenza, faccia superare quel tetto oltre il quale non è più possibile percepire il reddito di cittadinanza.