Bonus bollette 2023 | Funzionerà così per tutti

Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2023 il governo ha approvato il bonus bollette: ecco come funziona

bollette
bonus bollette 2023 funzionamento (Foto Pixabay)

Buone notizie per una gran parte di italiani che si trovano in forte difficoltà economica a causa del caro bollette. Il governo, attraverso la Legge di Bilancio 2023, ha approvato il bonus bollette che permette di rateizzare il pagamento delle bollette e di azzerare le spese del gas naturale.

Sulla scia delle Legge di Bilancio 2022, dunque, anche la nuova Legge di Bilancio messa a punto dal governo Meloni, va incontro alle famiglie e alle aziende che stanno vivendo in un periodo storico davvero molto difficile. Caro bollette, inflazione ed aumento delle materie prime stanno infatti pesando non poco sulle tasche degli italiani.

Bonus bollette 2023: come funziona

bollette
bonus bollette 2023 funzionamento (Foto Unsplash)

La guerra tra Russia ed Ucraina ha avuto conseguenze critiche anche sull’energia, soprattutto quella del gas dal momento che il paese degli zar è il maggiore esportatore di gas in Europa. Dopo le sanzioni che la UE ha imposto alla Russia per aver iniziato la guerra, la stessa Russia ha tagliato i rifornimenti di gas all’Europa facendo lievitare il prezzo del gas oltre che, ovviamente, ridurne il quantitativo.

Per i cittadini e le imprese la conseguenza è stata un aumento spropositato dei costi in bolletta. Proprio per aiutare cittadini ed imprese che il governo è sceso in campo con il bonus bollette. Questo bonus non è rivolto a tutti ma, per averne diritto, è necessario essere in possesso di determinati requisiti.

LEGGI ANCHE: Novità prelievo bancomat 2023 | Annuncio commissioni

Potranno avere il bonus le famiglie che hanno un ISEE annuo che non superi i 12mila euro fino al trimestre Ottobre – Dicembre 2022 – 15mila euro da Gennaio 2023. Potranno avere il bonus anche i nuclei familiari che hanno almeno 4 figli a carico e con un ISEE inferiore a 20mila euro, coloro che percepiscono una pensione o il reddito di cittadinanza e coloro che soffrono di patologie gravi.

LEGGI ANCHE: Rc auto, si può pagare anche così | Molti lo ignorano

L’agevolazione fiscale è detratta sulla bolletta di tutti i cittadini che soddisfano questi requisiti. Per avere dunque il bonus è necessario presentare l’ISEE all’INPS dopodiché avverrà tutto in automatico grazie al meccanismo basato sul Sistema Informativo Integrato (SII) con l’INPS. Gli utenti potranno accedervi compilando la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) con cui si richiederà l’ISEE che è finalizzato a validare il tutto.

Coloro che non riescono ad usufruire di un incentivo fiscale potranno ottenere la rateizzazione delle bollette in 10 mensilità; la riduzione del 5% dell’IVA sul gas; maggiori vantaggi su bonus luce e gas per i nuclei familiari in condizioni economiche svantaggiate; soppressione del pagamento per quanto concerne il gas naturale e azzeramento delle spese generali per utenze che non superano i 16,5 kW di potenza.