Cambia il bonus bollette | Grossa novità per il 2023

È pevisto un adeguamento del bonus sociale per le bollette. I conteggi potrebbero mutare per fasce e condizioni climatiche

bonus bollette novità
Bollette (Foto Pixabay)

Il sostegno per le famiglie in difficoltà economica che devono far fronte al caro vita ed al caro energia è stato avviato nl 2021. E già centinaia di migliaia di nuclei familiari ne hanno fatto richiesta. Il bonus sociale, altresì chiamato bonus bollette, prevede una riduzione sul pagamento delle utenze di luce e gas, dimostrando la condizione economica disagiata. Non è un bonus automatico, ma se ne deve fare esplicita richiesta.

Proprio in questi giorni, all’ordine del giorno parlamentare, è stato inserito il bonus bollette per apportare delle mutazioni – presubimilmente miglirative. Difatti la misura così come è stata pensata era uno strumento troppo debole per supportare la cittadinanza in difficoltà. Ed allora i tetti di reddito potrebbero essere cambiati. La Legge Bilancio ha apportato delle modifiche sostanziali in favore dei cittadini più bisognosi e non solo.

Bonus bollette, i nuovi tetti di reddito

bonus bollette novità
Bollette (Foto Pixabay)

Le modifiche apportate dalla Legge Bilancio non solo hanno alzato il tetto di reddito per accedere al bonus bollette, ma hanno anche inserito altre discriminanti sul consumo di luce e gas, che può consentire uno sconto maggiore. C’è da dire che lo sconto viene effettuato direttamente sulla bolletta della luce e del gas. A tal fine è necessaria la presentazione dell’ISEE. Per cominciare, la legge bilancio ha alzato il tetto di accesso al bonus da 12mila euro di Isee a 15mila euro, consentendo così ad una platea più ampia di cittadini di poterne beneficiare.

Leggi anche: Cosa rischi per legge se lavori a nero

Ed inoltre è previsto un rinforzo dell’efficacia del bonus, prendendo come altro fattore il consumo effettivo di luce e gas. Le zone più miti avranno accesso a cifre minori, mentre con un consumo maggiore si rinforza il sostegno. L’idea, ancora da approvare, è di dividere le percentuali di sconto in base all’ISEE, in due o tre fasce. Nella prima ipotesi, potrebbero accedere ad uno sconto massimo con Isee fino a 8.265 euro. Mentre la seconda fascia, da 8.265 euro a 15mila euro, riceverebbe una riduzione pari al 60-70%.

Leggi anche: I costi per installare pannelli solari sul tetto | Senza bonus

Nella soluzione tripartita invece, la prima fascia rimane uguale. La seconda, da 8.265 euro fino a 12mila euro avrebbe diritto ad un bonus pari al 70-80% dello sconto massimo. La terza, fino a 15mila euro, avrebbe accesso ad una riduzione del 50-60% sugli aumenti.