Rinnovo assegno unico | Quando va fatto – non a gennaio

Con la nuova Legge di Bilancio cambia l’Assegno Unico e gli italiani dovranno presentare una nuova domanda di rinnovo. Ecco quando

Assegno unico
domanda rinnovo assegno unico (Foto Adobe)

Nei giorni scorsi l’INPS ha reso noto che, con l’inizio del nuovo anno, sarà necessario rinnovare la domanda per l’Assegno Unico Universale dal momento che la nuova Legge di Bilancio del governo Meloni lo ha modificato. La misura, in vigore dal 1° marzo 2022, è corrisposta alle famiglia con figli a carico fino a 21 anni o senza limiti di età in caso di disabilità.

L’Assegno Unico Universale è andato ad inglobare i diversi bonus presenti fino allo scorso mese di marzo nella busta paga degli italiani come il Bonus Bebè o gli Assegni Familiari. L’Assegno Unico, poi, è versato direttamente sull’IBAN di colui che ne ha fatto domanda. Ma quando dovrà essere fatto il rinnovo per l’AU?

Assegno Unico, ecco quando dovrà essere presentata domanda di rinnovo

Assegno unico
domanda rinnovo assegno unico (Foto Adobe)

Il governo Meloni ha deciso di modificare l’Assegno Unico e le modifiche saranno introdotte nella nuova Legge di Bilancio. Le novità riguardano non solo la nuova presentazione della domanda ma anche delle maggiorazioni. L’assegno sarà maggiorato del 50% per il primo anno di vita del bambino, e di un ulteriore 50% per le famiglie composte da 3 o più figli, fino ai tre anni di vita del bambino. Sarà poi resa stabile la maggiorazione prevista per i figli disabili maggiorenni fino a 21 anni.

LEGGI ANCHE: Mutuo 100% senza anticipo | Si potrà avere anche nel 2023?

Proprio come altre prestazioni INPS, anche l’AU è correlato all’andamento dell’inflazione e visto il forte innalzamento dell’indice dei prezzi degli ultimi mesi, a gennaio 2023 l’importo mensile sarà rivalutato almeno del 9%. L’importo mensile dell’AU dovrebbe passare quindi da 175 euro a 196 euro, per le famiglie con ISEE a 15mila euro; da 50 a 55 euro mensili, per chi ha un ISEE superiore a 40mila euro.

LEGGI ANCHE: Prima o poi termina la pensione di reversibilità? | Risposta

A partire dal 2023 sarà necessario rinnovare la domanda per l’AU se ci sono delle variazioni dei requisiti della famiglia che comprendono maggior numero di figli; raggiungimento dell’età che li esclude dall’accesso (22 anni) o modifica dell’Isee cioè variazioni di reddito o del patrimonio del nucleo familiare. La domanda di rinnovo, come riferisce lo stesso INPS, non dovrà essere fatta a gennaio 2023 ma a febbraio.