Bonus 2023, niente Isee | Servirà questo documento

La nuova Legge di Bilancio porta delle novità importanti anche per quanto riguarda l’erogazione dei bonus: non servirà più l’ISEE

bonus inps
Bonus non più ISEE dal 2023 (Foto Adobe)

Sono tante le famiglie italiane che non riescono ad arrivare a fine mese ed hanno bisogno di aiuti anche per soddisfare i bisogni primari. A causa dell’inflazione e del rincaro delle materie prime, poi, le persone che rasentano o vivono in una condizione di povertà assoluta sono aumentate.

Il governo non ha mai lasciato da sole queste persone e le aiuta attraverso incentivi e bonus. Anche il neo governo Meloni ha previsto un pacchetto di provvedimenti e di aiuti ed ha introdotto anche una importante novità per quanto riguarda l’ISEE, ovvero l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

ISEE e bonus: cosa cambia dal 1° gennaio 2023

bonus inps
Bonus non più ISEE dal 2023 (Foto Pixabay)

La nuova Legge di Bilancio messa a punto dal governo Meloni dovrebbe essere approvata nelle prossime settimane e, tra le varie misure previste, ce n’è anche una che riguarda un nuovo pacchetto di provvedimenti che riguarda le modifiche alla disciplina sull’ISEE. Come ben sappiamo, l’ISEE misura il livello economico del nucleo familiare ed è un fattore decisivo quando si presenta domanda per vari bonus.

LEGGI ANCHE: Aumento assegno sociale 2023 | Quanto si avrà in più

L’ISEE è calcolato di anno in anno in base ai dati indicati nella Dichiarazione sostitutiva unica e costituisce il principale strumento di accesso a bonus o prestazioni sociali agevolate erogate dall’Inps. Nella modifica della Legge di Bilancio c’è il declassamento del Modello ISEE per la presentazione delle domande per accedere a vari bonus.

A partire dal 2023 avrà priorità sull’ISEE la Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu) precompilata messa a disposizione dall’INPS. Questo significa che, a partire dal 1° gennaio 2023, l’ISEE non è più efficace. “A partire dal 1°luglio 2023 – si legge nel testo di Legge – la presentazione della Dsu da parte del cittadino prioritariamente avviene in modalità precompilata, fermo restando la possibilità di inoltrarla anche per via ordinaria”.

LEGGI ANCHE: Forse hai ricevuto una tredicesima sbagliata | Cosa succede

La Dsu potrà essere ottenuta tramite l’ente erogatore della prestazione sociale agevolata, il comune, il Centro di assistenza fiscale, l’Inps nelle sue sedi territoriali e sul proprio suo sito internet. Ricordiamo, poi, che sul sito dell’INPS si può anche reperire l’ISEE precompilato che comprende già tutti i dati autodichiarati dal cittadino.

Trattandosi di una dichiarazione precompilata, il cittadino è tenuto ad aggiungere solo le informazioni riguardanti i redditi e patrimoni degli altri componenti maggiorenni del nucleo familiare. Dunque, il Modello Isee riguarda sempre tutta la famiglia, anche nel caso di quello precompilato.

Gestione cookie