Beffa bollette | Cosa accadrà a stretto giro

Novità per quanto riguarda il mercato internazionale del gas, ecco quali saranno gli effetti nelle bollette per i consumatori

bollette energetiche costi
Bollette (Foto Adobe – Adobe.com)

Il 2022 è segnato per i consumatori di gran parte d’Europa dall’aumento vertiginoso dei prezzi di gas ed energia elettrica. In Italia in particolare i rincari hanno raggiunto percentuali a 2 cifre rispetto ai prezzi del 2021. Gli aumenti dei prezzi al consumo e la complessiva rincorsa dell’inflazione sono solo alcune delle conseguenze di questa situazione.

La guerra in Europa è una delle causa dell’impennata del costo del gas naturale, dietro c’è anche la speculazione sul mercato internazionale e la contraddittorietà delle politiche comunitarie nel settore energetico. Tuttavia nei giorni scorsi si è raggiunto un accordo molto importante tra i ministri europei dell’Energia che ha avuto delle immediate conseguenze sul costo del gas.

Cosa succede per le bollette energetiche dei consumatori italiani

bollette energetiche costi
Bollette (Foto Adobe – Adobe.com)

L’accordo del 19 dicembre a maggioranza qualificata dei governi europei ha fissato un price cap al gas a 180 euro per megawattora a partire dal 15 febbraio 2023. Nel giro di pochi giorni il prezzo quotato ad Amsterdam, mercato europeo di riferimento del gas, è sceso a 97,50 euro a megawattora, ai minimi dal giugno quando i prezzi.

Purtroppo gli effetti sui consumatori italiani resteranno scarsi, almeno per l’immediato. Questo perché il tetto al prezzo del gas è comunque alto rispetto quello industriale e in vista dell’inverno con la discesa delle temperature, i consumi di energia per il riscaldamento stanno crescendo. Quindi l’aumento della domanda non fa che crescere il prezzo del gas al consumo.

Leggi anche: Quanto costa raccomandata alle Poste | 5 prezzi differenti

Il price cap eviterà in futuro i picchi di speculazione, come quello dell’estate appena trascorsa quando il prezzo del gas toccò i 300 euro a megawattora, ma è pensato pur con molte cautele e limitazioni ad affrontare non questo inverno, per il quale si spera che gli stoccaggi sia sufficienti, ma il prossimo, quello 2023/24.

Leggi anche: Questi pensionati non potranno avere la patente nel 2023

Quindi al momento niente diminuzione delle bollette  per aziende e famiglie, si spera che effetti più consistenti per i consumatori lo abbia il disaccoppiamento del prezzo dell’energia elettrica da quello del gas, in discussione nella Commissione europea in queste settimane. Il fine  è ridurre il prezzo dell’elettricità prodotta da fonti rinnovabili e dal nucleare con conseguenze più positive per le bollette dei consumatori finali.