Divorzio | Costi e quali dei coniugi paga le spese

E’ arrivato il momento di scoprire di più sul divorzio: quali sono i costi di questa pratica e soprattutto a chi spettano le spese?

Divorzio
Divorzio (Foto Pixabay – PensioniOra)

Entriamo adesso in uno degli argomenti senz’altro più gettonati e soprattutto chiacchierati di questo nuovo anno e soprattutto da sempre nel nostro Paese: ovvero quali saranno gli importi delle pensioni nel corso del 2023. In particolare, oggi decidiamo di soffermarci sulle pensioni INPS per coloro che sono invalidi civiliciechi sordi e come queste somme possono variare in base ai limiti di reddito.

Se anche voi, dunque, non vedete l’ora di poter avere una risposta a queste domande e tante altre, allora proprio non potete perdervi quello che abbiamo da dirvi. Noi di PensioniOra, infatti, abbiamo deciso di soffermarci proprio sull’argomento delle pensioni nel corso del 2023 e, nello specifico, di scoprire quali saranno le somme specifiche per coloro che rientrano nella categoria dei ciechi parziali. Continuate dunque a leggere insieme a noi per scoprire di più: ecco tutto quello che vi serve sapere.

Coniugi, ecco come funzionano le spese del divorzio

Divorzio
Divorzio (Foto Pixabay – PensioniOra)

Ciò a cui stiamo facendo riferimento, nello specifico, è la circolare numero centotrentacinque che è stata rilascia proprio dall’INPS ormai qualche settimana fa: ovvero il 22 dicembre del 2022. All’interno di questa circolare, infatti, il noto istituto ha cominciato a rendere noti e dunque a fare maggiore chiarezza per quanto riguarda gli importi delle pensioni per l’anno nuovo, ovvero il 2023. Come forse ben saprete, infatti, nel corso del nuovo anno il governo ha cercato a lungo di trovare nuove soluzioni per poter andare incontro alla popolazione in un momento di crisi economica come quella che stiamo affrontando.

Leggi anche: L’iban della tua Postepay potrebbe cambiare all’improvviso?

Tra i vari aspetti che sono stati rivalutati, dunque, non possiamo non citare anche alcune modifiche in merito ai limite del reddito da rispettare: questi, infatti, rispetto al 2022 sono aumenti e sono adesso aumentati del 5,1% circa. Basti pensare, ad esempio, alla pensione di invalidità civile: questa, infatti, nel corso di questo nuovo anno sarà corrispondente a ben 31,391 euro, rispetto ai 292,55 euro del 2022: questo, però, è sempre da valutare in base ai limiti dell’ISEE, il cui reddito non deve essere superiore ai diciotto mila euro circa.

Leggi anche: Come si calcola la pensione futura | Età e assegno

Ma vediamo adesso più nel dettaglio quali sono alcuni degli aumenti o comunque delle modifiche previste per quanto riguarda il nuovo anno. Come già detto, tutte le pensioni di invalidità hanno subito una modifica: ad esempio, gli invalidi civili totale sono saliti a 313,91 euro di pensione, così come anche coloro che sono invece invalidi solo a livello parziale. Per quanto riguarda invece gli invalidi ciechi, se assoluti la loro somma mensile è salita ai 339,48 euro con un reddito non superiore ai 17,920 euro. Per lo stesso reddito, invece, i ciechi parziali percepiranno 313,91 euro. Coloro che hanno bisogno di accompagnamento non avranno nessun limite da rispettare e la loro pensione sarà di circa 959,21 euro.