Casa di proprietà, se c’è l’hai ci sono brutte notizie

Chi possiede attualmente una casa di proprietà in Italia, ci sono brutte notizie all’orizzonte: la situazione è più critica che mai

casa di proprietà
Italia, se si è proprietari di una casa è bene prestare attenzione: guai in vista (Canva) – Pensioniora.it

Stando alle ultime analisi del mercato immobiliare, la situazione in Italia appare critica. I rincari sui prezzi del gas e della luce, per non parlare delle tasse in generale, sta mettendo in crisi diverse famiglie che non riescono, tra le diverse spese, a risollevare la propria situazione finanziaria. Purtroppo la guerra dell’Est ha influito gravemente sull’attuale status dell’economia del nostro Paese tanto da influire anche sul mercato immobiliare per quanto riguarda i tassi dei mutui.

Casa di proprietà, chi la possiede si trova in difficoltà a causa della crisi economica

casa di proprietà
Italia, se si è proprietari di una casa è bene prestare attenzione: guai in vista (Canva) – Pensioniora.it

La crisi ha colpito duramente non solo le famiglie italiane ma anche le aziende, complici i rincari dei costi delle utenze e delle tasse. Tuttavia lo Stato della Meloni sta cercando di andare in contro alle esigenze delle famiglie, aiutandole una tantum con un rimborso spese tramite la carta Dedicata a te, che aiuta le famiglie in difficoltà la spesa di generi alimentari e mediche, anche se non è una soluzione definitiva all’inflazione che sta aumentando ma che nel 2024 dovrebbe stabilizzarsi.

Tra i diversi aumenti che sono stati previsti per il carburante e i generi alimentari, anche i mutui e i prestiti sono stati travolti dall’inflazione. Infatti i tassi rispetto agli scorsi hanno subito un drastico aumento di tangente, e molti che cercano di comprare una casa di proprietà virano verso i mutui a tasso fisso che attualmente si aggirano intorno al 3,80% portando un aumento di circa l’80% sulle rate, a differenza di quello variabile in cui molti si troveranno in grande difficoltà poiché è previsto un incremento di quasi il 50%.

Ad oggi chi ha un tasso variabile per cercare di venire fuori dalla morsa delle tasse, si sta muovendo per cambiare banca attraverso la surroga o la rinegoziazione del mutuo grazie alle nuove leggi stanziate dal governo attuale. Tuttavia chi si trova ad oggi a voler comprare casa proprio per i tassi molto alti sta rinunciando a questa ipotesi e anche moltissimi giovani virano sugli affitti, economicamente più sostenibili anche se dipende dal tipo di locazione e di luogo in cui si trova l’immobile.

Chi si trova quindi attualmente con una casa di proprietà si trova davanti ad un momento critico e difficile a causa dell’aumento dei costi di utenze, luce e gas, spesa di generi alimentari oltre al rincaro dei tassi dei mutui sia fissi che variabili che mettono in grande difficoltà il bilancio familiare. Quindi l’opzione è scegliere di cambiare banca che offra tassi meno alti, o se i nuovi mutuatari di virare verso soluzioni più sostenibili come gli affitti e attendere che i tassi dei mutui si abbassino.

Impostazioni privacy