TFR, dove trovare la voce nella busta paga | Cifra esatta

La busta paga è un documento che deve essere esaminato con cura tutti i mesi. Saperlo decifrare fa trovare anche la voce per il TFR

Busta paga TFR dove si trova
Busta paga (Foto Pixabay)

La busta paga è un documento che deve essere per legge inviato tutti i mesi al lavoratore. Il formato cartaceo può essere consegnato a mano. In alternativa, si può inviare tramite mail o PEC. Perché è così importate saper decifrare la busta paga? Nel documento sono inserite varie voci, dal lordo dello stipendio al netto, dalle trattenute fiscali ai bonus, e per ultimo, ma non meno importante, la maturazione del TFR. Esso corrisponde al trattamento di fine rapporto lavorativo, detto in termini più semplici la liquidazione.

Che solitamente è un conto piuttosto elementare. Per calcolare, approssimativamente, il TFR, si deve prendere la retribuzione media mensile negli anni, e moltiplicarla per il numero di anni effettivo lavorati presso la stessa azienda. Questo è un calcolo molto indicativo. Se si vogliono avere cifre più precise si deve consultare la busta paga.

Busta paga, dove cercare la voce del TFR

Busta paga TFR dove si trova
TFR (Foto Pixabay)

La busta paga non è essenziale solo per il TFR, ma anche per controllare maturazione di ferie, permessi, e verificare che le trattenute siano esatte. Nel caso in cui si trovino incongruenze nella busta paga, ci si può riferire al consulente del lavoro dell’azienda presso la quale si è impiegati. O in alternativa ad un Caf. Il TFR è indicato nella busta paga nella parte bassa del documento.

Leggi anche: Niente pensione se si hanno cartelle esattoriali? | La verità è questa

Il documento che corrisponde alla busta paga è composto da tre parti: la parte alta, in cui si trovano il nome dell’azienda, matricola INPS, PAT INAIL, dati identificativi del lavoratore e i dati del rapporto. Il corpo centrale, in cui si trovano tutti gli elementi mensili, come la retribuzione lorda, i premi, le assenze, le indennità di malattia e/o infortunio, la cassa integrazione, i permessi chiesti, le ferie fatte, i bonus e gli straordinari.

Leggi anche: Quanto ti ritrovi se investi il TFR in buoni Poste | Cifre

E per finire la parte bassa, dove si trovano le trattenute mensili sullo stipendio lordo del lavoratore, la retribuzione finalizzata al calcolo del premio INAIL, le detrazioni, i contatori progressivi di ferie e permessi maturati, la retribuzione netta, ed infine la maturazione mensile del TFR.

Impostazioni privacy