Cosa serve per lavorare allo sportello con Poste italiane

Il posto come operatore di sportello Poste Italiane è piuttosto ambito. Ci sono alcune posizioni aperte, ma richiedono resquisiti specifici

poste lavoro sportello requisiti
Sportello poste (Foto Pixabay)

Lavorare con Poste Italiane sicuramente è una garanzia di stabilità dell’impiego. Difatti Poste è un’azienda che ha come garante lo Stato stesso, sia per i correntisti che anche per i lavoratori. E con i tempi che corrono ed il mercato lavorativo in crisi, i laureati delle migliori università fanno a gara per un posto da addetto allo sportello. Certamente è un lavoro che richiede un’attitudine al contatto con il pubblico. Le problematiche che possono insorgere con i clienti possono essere le più disparate, dove oltre alla competenza in materia, serve anche una buona dose di pazienza, ed attitudine al problem solving.

Tutti abbiamo assistito ad un ufficio colmo di gente, specialmente pre pandemia. E la capacità di ascoltare il prossimo ed i suoi problemi finanziari è importante. Come lo è conoscere più di una lingua, specialmente nelle città d’arte, dunque turistiche, e nelle zone multietniche. Per questo poste richiede e forma lavoratori ad hoc.

Poste, requisiti e guadagno per il lavoro allo sportello

poste lavoro sportello requisiti
Poste (Foto Adobe)

Come accennato in precedenza, la crisi del mercato lavorativo ha fatto sì che anche personale molto più qualificato faccia domanda per entrare in Poste Italiane come addetto allo sportello. Ciò significa evadere tutte le richieste del pubblico, da quelle dei correntisti, alle pensioni, alle semplici raccomandate. E per questo non serve una formazione di alto livello, basta una formazione interna. Difatti il requisito principale per candidarsi è di essere maggiorenne ed aver conseguito il diploma di scuola superiore quinquennale con voto minimo pari a 70/100 o 42/60.

Leggi anche: “CPFR”: buoni Poste, guarda se nei tuoi c’è questa sigla | Cosa significa

Dipendentemente dal tipo di posizione aperta possono essere richiesti requisiti aggiuntivi, come ad esempio il parlare una lingua specifica oltre l’italiano. Al momento, per esempio, sono aperte tre posizioni in Italia come sportellista, ma è necessario conoscere l’arabo o il cinese.

Leggi anche: Buoni fruttiferi Poste, occhio alla scadenza: rischi tutto

Chi inizia dietro allo sportello ed ha capacità e requisiti può nel tempo anche fare un po’ di carriera. Il lavoro allo sportello è lo step base. Infatti il guadagno oscilla dai 15.000 euro ai 20.000 euro annui, cifra che divisa per tredici o quattordici mensilità finisce per corrispondere a circa 1.100 euro al mese, o poco più.

Impostazioni privacy