Postepay, sta arrivando questo SMS truffa | Svuota il conto

Segnalata alle forze dell’ordine l’ennesima truffa ai danni dei clienti di Poste Italiane: l’SMS che svuota il conto

allarme clienti postepay
Truffa Postepay (Foto Pixabay)

Ogni giorno, in Italia, alle forze dell’ordine sono segnalate migliaia di truffe. Si tratta principalmente di truffe che si svolgono online, dal momento che la tecnologia è diventata parte integrante della nostra vita. Ad essere presi principalmente di mira sono le persone più fragili come anziani e coloro che, di fatto, non sono molto avvezzi all’uso dei dispositivi elettronici.

Generalmente i malintenzionati, per mettere in atto le loro truffe, “prendono in prestito” i nomi di grandi aziende come possono essere gli istituti bancari, l’INPS o Poste Italiane. Questa scelta viene fatta dal momento che sono milioni gli italiani che si servono di uno di questi servizi e quindi il pubblico da truffare è più ampio.

Postepay, attenti a questo SMS: è una truffa

allarme clienti postepay
Truffa Postepay (Pensioniora.it)

Come detto, spesso i truffatori per mettere in atto i loro piani si servono di aziende e, tra le tante, Poste Italiane è sicuramente la più bersagliata. La maggior parte delle truffe, ad oggi, si svolge tramite tentativi di phishing: si tratta di un tipo di truffa effettuata su Internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso.

LEGGI ANCHE: Buoni spesa Natale, 125 euro a famiglia | Chi può averli

Oltre al phishing i malintenzionati fanno muovere le loro truffe tramite lo smishing, una forma di phishing che utilizza i telefoni cellulari come piattaforma di attacco per richiedere dati personali. E proprio utilizzando quest’ultima tipologia di truffa che i truffatori stanno svuotando la Postepay di tantissimi italiani.

L’ultima segnalazione di questo tipo di truffa arriva da Castelforte, in provincia di Formia. Qui un uomo ha perso circa 4mila euro dalla sua Postepay proprio a seguito di una truffa: fortunatamente i Carabinieri della Compagnia di Forma, a conclusione di mirate attività investigative, sono riusciti ad acciuffare il truffatore.

LEGGI ANCHE: Pensione dicembre, c’è un limite per il prelievo? | Il dubbio

Ad essere truffato tramite smshing è stato un 70enne di Castelforte: l’uomo ha ricevuto sul proprio cellulare un finto SMS inviato da Poste, ma in realtà realizzato dai truffatori, in cui si chiedeva di fornire le proprie credenziali bancarie per un aggiornamento dei dati. L’uomo, credendo che fosse un SMS di Poste ha fornito i suoi dati ed il truffatore è riuscito a sottrargli una somma di quasi 4mila euro.

Per difendersi sia dai tentativi di phishing che di smishing ricordiamo che né Poste Italiane e né gli istituti bancari chiedono ai propri clienti le credenziali di accesso a conti correnti, codici PIN e qualsiasi altro dato personale.

Gestione cookie