Pensioni dicembre | Perché non hai trovato bonus 150€

Alcune pensioni hanno ricevuto il bonus 150 euro nella mensilità di dicembre, altre invece potrebbero non averla affatto

bonus 150 euro pensioni dicembre
150 euro (Foto Pixabay)

Il bonus 150 euro è nato dal Decreto Aiuti ter sulla scia del bonus 200 euro, più correttamente chiamati misure antinflazione. Anche se il Governo nel frattempo è mutato, i bonus erano già stati messi in conto ed annunciati a spron battente. Per cui le due tranche di sostengno contro il caro vita sono state portate avanti. Con le problematiche che possono insorgere nella gestione amministrativa delle domande. A ricevere il bonus 150 euro sono stati lavoratori, sia del settore pubblico che privato, occasionati, contratti a tempo determinato ed indeterminato, pensioni, reddito di cittadinanza, Naspi e Dis – coll, stagionali e lavoratori dello spettacolo.

Alcuni di essi hanno dovuto presentare un’autocertificazione. La domanda non era necessaria per tutti, ad esempio i lavoratori del pubblico impiego ed i pensionati hanno ricevuto il bonus 150 euro in automatico. La data prevista era il mese di novembre, ma alcuni lo hanno ricevuto a dicembre, ed altri non lo riceveranno affatto, perché?

Bonus 150 euro a dicembre, le pensioni escluse

bonus 150 euro pensioni dicembre
150 euro (Foto Pixabay)

Sostanzialmente i primi ad aver ricevuto il bonus 150 euro sarebbero dovuti essere proprio i pensionati. Dato che la pensione, specialmente quella con accredito bancario, arriva proprio il primo giorno lavorativo del mese. Considerando che nel mese di novembre il primo è stato un festivo, la maggior parte dei pensionati ha ricevuto il bonus il 2 novembre. Ma non per tutti è stato così. I ritardi nei controlli incrociati da parte dell’INPS, per accertarsi che la prestazione una tantum non venisse erogata due volte, possono aver portato dei ritardi.

Leggi anche: Pensionati all’estero: dove vivere bene con l’assegno italiano

Di conseguenza la pensione arricchita dai 150 euro in più è arrivata a dicembre. Ma non per tutti. Difatti entrambe le misure di sostegno antinflazione prevedevano dei requisiti, il principale dei quali era il tetto massimo di reddito a 35.000 euro nel 2021 per il bonus 200 euro.

Leggi anche: Cosa rischi per legge se lavori a nero

Limite che è sceso a 20.000 euro per il bonus 150 euro. Dunque, tutti i pensionati che hanno ricevuto prestazioni previdenziali superiori a 20.000 euro lordi nel 2021 non hanno ricevuto il bonus 150 euro nel mese di novembre, né in quello di dicembre. Ed in sostanza non lo riceveranno affatto.