Termosifoni o condizionatori | Dove si risparmia in bolletta

Visto l’aumento della bolletta del gas in molti si chiedono se conviene riscaldarsi con i termosifoni o con il condizionatore

condizionatore
quanto consuma il condizionatore (Foto Adobe)

Quello che gli italiani stanno vivendo è un periodo socio – economico molto difficile. Aumento delle materie prime, e di conseguenza delle bollette, e l’inflazione, che ha superato il 9%, stanno mettendo a dura prova i risparmi della famiglie che stanno facendo sempre di più i conti con rinunce e ristrettezze.

Se da una parte il carrello del supermercato è sempre più vuoto, dall’altro lato gli italiani stanno cercando di risparmiare sulla bolletta della luce e soprattutto su quella del gas. La Russia, infatti, a causa delle sanzioni emanate dall’UE a seguito dell’attacco all’Ucraina, ha tagliato i rifornimenti di gas facendo aumentare il prezzo della materia.

Termosifoni o condizionatore: quale conviene per risparmiare?

termosifone
quanto consuma il condizionatore (Foto Pixabay)

Visti gli aumenti del gas molte famiglie hanno iniziato a non accendere più i termosifoni a gas prediligendo i condizionatori che, invece, funzionano ad energia elettrica. Ma si risparmia davvero con i condizionatori? Stabilirlo in realtà è molto difficile dal momento che entrano in gioco variabili esterne come la posizione geografica della casa, la temperatura esterna, la dimensione degli ambienti da riscaldare etc.

LEGGI ANCHE: Le alternative al pellet più economiche | Risparmi tanto

Prendendo la stanza di una abitazione al piano terra con poca esposizione solare, di classe G e con i vecchi termosifoni in ghisa. Accendendo i termosifoni per sei ore il consumo del gas ammonta a circa 3 euro mentre la stanza si è riscaldata di quasi 2 gradi centigradi. Cosa cambia invece se accendiamo il condizionatore?

LEGGI ANCHE: Termosifone elettrico Amazon | Costa poco e risparmi in bolletta

Prendendo sempre la stessa casa e le stesse condizioni, in quattro ore la temperatura dell’ambiente è salita rapidamente di 2 gradi arrivando a toccare i 20.2°. Il condizionatore con la pompa di calore, senza un clima eccessivamente rigido esterno, alza di mezzo grado la temperatura ogni ora con una salita molto rapida all’inizio per una spesa che va a 0,36 euro per ogni ora di riscaldamento.

E quindi cosa conviene accendere? Se una persona sta in casa poco conviene usare il condizionatore dal momento che la temperatura sale velocemente portando l’ambiente ad un discreto livello di confort. Il consumo oscillerà tra 1,5 e 2 euro al giorno. Se invece si vive molto in casa è consigliabile il riscaldamento tradizionale dato che il confort dato dai termosifoni è senza dubbio superiore rispetto al confort di un climatizzatore.

Gestione cookie