Bonus affitti | Quali aiuti ci saranno nel 2023

Quali potrebero essere i bonus per gli affitti previsti per il prossimo anno, attesa per le decisoni del governo

Bonus affitto 2023 tagli
Bonus affitto (Foto Adobe)

Stanno uscendo in questo giorni i vari bandi per i fondi messi a disposizione dalle amministrazioni locali per il sostegno agli affitti destinati alle persone e famiglie in gravi difficoltà economica. Generalmente sono le Regioni che pubblicano i bandi e destinano le somme alle amministrazioni locali.

Pe esempio sono stati pubblicati i bandi delle regioni Lazio e Lombardia. In genere i beneficiari sono i cittadini che vivono un affitto, con specifici requisiti economici e di proprietà legati all’Isee o con la presenza di soggetti malati o anziani nel nuucleo familiare. Ma i testi possono variare da Regione a Regione per cui meglio conoscere direttamente il bando.

Bonus affitti a cosa fare riferimento per il prossimo anno

Bonus affitto 2023 tagli
Bonus affitto (Foto Adobe)

I bandi con le relative cifre stanziate sono emanati dalle Regioni, come accennato, ma i dettagli procedurali sulla domande che i cittadini devono inviare sono chiariti dai singoli Comuni. Quindi è opportuno controllare periodicamente le pagine dei siti web istituzionali dei Comuni di residenza per ottenere tutte le informazioni dettagliate. Comunque tra i requisiti certi, oltre la soglia Isee, è il non essere proprietari di immobili ad uso abitativo nell’area interessata, non percepire reddito di cittadinanza e di non risiedere in alloggi di edilizia popolare.

Leggi anche: ANF 2023 | C’è un’amara sorpresa per chi li riceve

Oltre a questi requisiti bisogna avere certamente un contratto di locazione regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate. Non esiste solo questa opportunità per sostenere i cittadini in difficoltà con gli affitti. Si può infatti far riferimento a un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli  che garantisce una boccata d’ossigeno a quanti non riescono a far fronte alle spese per l’affitto di una abitazione e a evitare le procedure di sfratto per morosità.

Leggi anche: Stangata RdC | Domande improvvisamente sospese

Anche in questo caso la disponibilità delle risorse a disposizione dipenderà da quanto il governo deciderà di stanziare con la prossima manovra di bilancio, anche se le notizie che trapelano non sono incoraggianti. Infatti nella bozza di legge di bilancio 2023 non compaiono i fondi statali per il bonus affitti e per la morosità incolpevole, lasciando l’iniziativa alle regioni con evidenti problemi per famiglie e lavoratori con spese di affitto esorbitanti.

Gestione cookie