Che bonus potranno avere le famiglie nel 2023

Le famiglie nel 2023 potrebbero avere diverse agevolazioni, che sono messi in atto dai differenti bonus

bonus famiglie 2023 assegno unico
Bonus (Foto Pixabay)

Sono molti anni, anzi si può dire decenni, che si tratta il problema della progressiva riduzione della natalità, con la conseguenza che la popolazione diventa mediamente sempre più anziana. La questione è genaralizzata in tutto l’Occidente, ma in italia il calo è stato piuttosto repentino e grave. Anche alla luce della crisi economica e della minor certezza verso il futuro. Crescere un figlio richiede delle spese non da poco. È per questo che negli ultimi anni tutte le famiglie, specialmente quelle a basso reddito, hanno diritto a dei bonus per i figli. E l’anno scorso è arrivato l’assegno unico ed universale, che ha inglobato e sostituito il bonus nascita e bonus mamma domani.

Inoltre il Governo, nella manovra, ha inserito nuovamente il bonus bollette, uno sconto per le utenze delle famiglie a basso reddito. E non finiscono qui i bonus.

Bonus famiglie, quali saranno attivi nel 2023

bonus famiglie 2023 assegno unico
Bonus (Foto Pixabay)

Per cominciare, è prevista nella manovra una maggiorazione sull’assegno unico per i figli. Dalle previsioni, il bonus potrebbe essere maggiorato del 50 per cento per i bambini sotto un anno di età. Per incentivare le nascite. Stessa sorte per le famiglie con più di tre figli e per i bambini da uno a tre anni. Ed anche per gli ISEE fino a 40mila euro. Inoltre per una madre lavoratrice, si allunga di un mese il congedo parentale retribuito, passando da cinque mesi dopo la nascita a sei. La retribuzione è pari all’80% dello stipendio.

Leggi anche: Bonus nido anche se il bambino è a casa | In quale caso si può

Anche il bonus bollette è stato riconfermato. I requisiti ISEE per le famiglie che vogliono richiedere lo sconto sul pagamento delle utenze salgono a 15mila euro. Fino allo scorso anno erano 12mila euro.

Leggi anche: Sanatoria cartelle esattoriali | Molti avranno una brutta sorpresa

Altro bonus per le famiglie è la Carta Risparmio Spesa. Spetta anch’essa alle famiglie con reddito non superiore a 15mila euro. Le famiglie con ISEE fino a 20mila euro possono usufruire anche del bonus rottamazione TV. A fronte della rottamazione di un apparecchio ormai desueto, si può richiedere uno sconto su una Tv nuova fino a 100 euro, e sul decoder fino a 30 euro.