Trucchi e accorgimenti per risparmiare in bolletta

per fronteggiare al meglio il caro bolletta si possono seguire dei consigli dispensati dall’Enea e dal Ministero per la Transizione ecologica

bolletta come risparmiare
Bolletta (Foto Pixabay – pixabay.com)

Riduzione dei consumi ed ecologia vanno a braccetto. Specialmente da quando il caro bolletta ha convinto gli italiani che l’unica soluzione è modificare le proprie abitudini. Certo, si può agire votando per i partiti che più si pensa possano aiutare la popolazione, ma finora l’hanno fatto solo a suon di bonus occasionali. Che non sono sufficienti a fronteggiare la crisi economica ed energetica. La bolletta del gas e dell’energia elettrica ha subito aumenti vertiginosi, ed i piani pubblici per contrastare gli aumenti finora sono stati troppo timidi per risultare sostanziali.

Gli aumenti sono in crescita, e probabilmente questo Natale le tredicesime mensilità sugli stipendi serviranno a pagare le utenze e non ad incentivare i consumi. Da parte loro i consumatori possono fare molto per ridurre le spese sulla corrente elettrica. Seguendo anche dei consigli dati dal Mite e dall’Enea lo scorso settembre, in attesa dell’apertura della stagione fredda. Senza dubbio efficientare energeticamente il proprio appartamento è la prima mossa vincente. Dunque rendere più efficienti gli infissi e creare un ambiente che preservi la temperatura, di modo da non necessitare l’utilizzo dei riscaldamenti. Solo questo dovrebbe far risparmiare 600 euro l’anno.

Bolletta, il piano di contenimento dei consumi

bolletta come risparmiare
Bolletta (Foto Pixabay – pixabay.com)

Per arrivare all’obiettivo di risparmiare 600 euro l’anno, si devono seguire altri consigli che aiutino a ridurre i consumi che poi vanno a finire in bolletta. Tanto per cominciare l’utilizzo degli elettrodomestici. I grandi elettrodomestici, ad eccezione del frigorifero che deve essere acceso 24h, dovrebbero essere utilizzati quando si paga meno. Ovvero nel fine settimana e nelle ore serali. La lavatrice poi richiede altri accorgimenti. Quali la riduzione della temperatura al di sotto dei 60 gradi, e la sostituzione del prelavaggio con l’avvio e lasciare un’oretta i panni ammollo a elettrodomestico spento.

Leggi anche: Hai vecchi termofisoni? Devi cambiarli presto | Il motivo

Leggi anche: Condizionatori | Gli errori che ti costano più soldi in bolletta

Ovviamente anche la scelta della classe energetica ed ambientale degli elettrodomestici è fondamentale. Così come la scelta della azienda di formitura più adatta alle esigenze. Spegnere sempre i meccanismi in stand by ed utilizzare con parsimonia il condizionatore. Con questi pochi trucchi si può risparmiare molto.