Isee scaduto | Cosa succede col reddito di cittadinanza?

Lo sapevi che se presenti un ISEE scaduto per il reddito di cittadinanza potresti andare incontro a delle conseguenze? Ecco quali sono

scadenza
Isee scaduto (Foto Pixabay – PensioniOra.it)

Come prima cosa, facciamo un piccolo passo indietro e cerchiamo di capire perché l’ISEE è così importante. Quando ne parliamo, infatti, nello specifico facciamo riferimento a un documento che va ad attestare il nostro indicatore di situazione economica. Questo è molto utile perché, proprio il suo valore, ci può essere utile per rientrare in determinate fasce e dunque di poter, o meno, accedere a specifici benefici.

Tra i tanti benefici che sono direttamente connessi al valore del proprio ISEE, ovvero della propria situazione economica, non possiamo fare a meno di nominare anche il Reddito di Cittadinanza. Vale a dire un sussidio che, già da qualche anno, viene elargito ogni mese a quella categoria di popolazione che risulta essere in maggiore difficoltà rispetto ad altre, e che dunque ha un indicatore inferiore rispetto a una media prestabilita.

Conseguenze RdC, quali se il tuo isee è scaduto

scadenza
Isee scaduto (Foto Pixabay – PensioniOra.it)

Alla luce di questo chiarimento, non è dunque difficile immaginare il perché proprio l’ISEE è così importante al giorno d’oggi e soprattutto perché bisogna sempre stare attenti a eventuali scadente, rettifiche o cambiamenti. Noi di PensioniOra, infatti, oggi abbiamo deciso di affrontare un tema molto delicato: ovvero cosa avviene se il nostro indicatore di situazione economica risulta scaduto e che conseguenze questo può avere sulla percezione del RdC.

Leggi anche: Assegno unico gennaio | Senza ISEE arriverà il pagamento?

La prima cosa da fare, come consiglio che vi diamo, è sempre quella di fare molta attenzione alle scadenze e dunque di muovervi per tempo. Qualora però ciò non accadesse, e quindi vi ritrovaste nel bel mezzo della percezione del RdC con l’ISEE però scaduto, allora le conseguenze sarebbero inevitabili. In questo caso, infatti, gli accrediti mensili verrebbero automaticamente sospesi l’INPS provvederà tempestivamente bloccare i nostri versamenti.

Leggi anche: Aumento pensioni, quando arriverà il primo assegno gonfiato

Per evitare ciò, dunque, tutto ciò che dovete fare è richiedere in tempo un aggiornamento proprio del documento ISEE. Se riuscirete a non sforare con le tempistiche di scadenza previste, infatti, non solo non andrete in contro a una sospensione delle somme, ma non avrete neanche la necessità di fare nuovamente domanda per ottenere il Reddito di Cittadinanza.