Il frigo pesa in bolletta se hai queste abitudini sbagliate

Il frigo, specie le versioni di classe energetica inferiore, è uno degli elettrodomestici più energivori. Come risparmiare

frigo aumenti in bolletta in che modo
Frigorifero (Foto Pixabay – pensioniora.it )

Molti elettrodomestici casalinghi contribuiscono enormemente alla bolletta di fine mese – bimestrale – delle corrente elettrica. Alcuni di essi, i più energivori, come ad esempio la stufa elettrica, si possono accendere o spegnere a piacimento. Anche per l’aspirapolvere e per la piastra per i capelli il discorso è simile. Lavatrice e lavastoviglie si possono utilizzare negli orari in cui i consumi costano meno, come i festivi o la sera. Mentre per il frigo il discorso è diverso. Per essere funzionante ed efficace, deve essere attivo 24h, così come il freezer.

Per questo motivo, anche se non è tra gli elettrodomestici che a parità di utilizzo consumano di più, alla fine contribuisce notevolmente al costo della corrente in bolletta. Ed anche se molte persone non lo sanno, ci sono degli utilizzi errati o delle modalità che fanno consumare di più. Come evitarle.

Frigo, come diminuire l’apporto in bolletta

frigo aumenti in bolletta in che modo
Freezer (Foto Pixabay – pensioniora.it )

I comportamenti sbagliati nell’utilizzo del frigo nascono da abitudini errate. Tanto per cominciare, si consiglia di acquistare un frigorifero di classe energetica alta. Questo consente di risparmiare sui consumi in bolletta, ed anche se richiede un investimento iniziale, la spesa viene ammortizzata in poco tempo dalle spese minori per l’utenza della luce. I calcoli medi dicono che un frigo di classe A, con congelatore incorporato, fa spendere circa 142 euro l’anno, pari circa a 876-2.102 kWh totali, tra i 100 a 240 watt l’ora (Wh).

Leggi anche: Offerte Euronics | Prodotti anche quasi al 50%

Il primo consiglio è di effettuare manutenzione periodica. Ciò significa sbrinare frigo e freezer. L’accumulo di ghiaccio, maggiormente frequente in estate a causa dell’escursione termica tra dentro e fuori – fa consumare molto di più. Proprio a causa dell’escursione termica si suggerisce di tenere aperto lo sportello il meno possibile, soprattutto quando si sistema la spesa. Meglio chiuderlo ed aprirlo diverse volte che lasciarlo aperto.

Leggi anche: Buoni fruttiferi Poste | Perché conviene regalarlo a un minorenne

Inoltre c’è la questione della temperatura. I livelli ottimali sono tra 1 e 4 gradi centigradi per il frigo e quelli del congelatore a -18 gradi centigradi. E per finire, evitare di tenere l’elettrodomestico esposto a sud, si scalda più facilmente, specialmente in estate.