Condividi password Netflix? Preparati: accadrà nel 2023

Ecco cosa sta per succedere riguardo alla diffusa pratica di passarsi la password tra i beneficiari fittizi del gigante delle serie tv. I dettagli

cosa cambia password netflix
Netflix (Foto Adobe – pensioniora.it)

Mentre l’anno 2022 sta andando velocemente verso la sua conclusione, in effetti occorre registrare una piccola o grande novità che si presenterà subito dal prossimo gennaio nell’ambito del piccolo schermo della televisione: si torna al vecchio canone Rai, ossia diviso definitivamente dalla bolletta dell’energia elettrica, senza più rateizzazione e – è ancora tutto da vedere – riduzione consistente dell’importo.

Quello dell’abbonamento tv della Rai non è stata mai una tassa piacevole da pagare per buona parte degli italiani, dal momento che in tempi non sospetti la televisione si è arricchita di contenuti a partire dalla nascita dei canali privati; senza parlare della debordante scelta prodottasi con l’avvento del digitale terrestre. Ma molti italiani – in un certo senso – si sono imposti un altro canone, a quanto pare più piacevole: il pagamento dell’abbonamento ai contenuti di Netflix.

Condividi password Netflix? Cosa sta per succedere 

cosa cambia password netflix
Netflix (Foto Adobe – pensioniora.it)

È inutile dire che Netflix rappresenta la più grande piattaforma di programmi a pagamento; e come molti sanno, le serie televisive di Netflix trasmettono da qualche anno un irresistibile richiamo per migliaia di utenti, grazie ad una qualità al di sopra della media rispetto al tipo di contenuto che oramai ha davvero fatto scuola. Inoltre, durante il confinamento domestico nel tempo più drammatico del Covid, non pochi hanno fatto incetta di puntate, divorando serie su serie comodamente dal proprio divano.

LEGGI ANCHE: Tari 2023 | Chi paga in caso di comodato d’uso?

Non tutti però sono veri e propri utenti di Netflix. O meglio, non tutti sono utenti paganti; questo è dovuto ad una piccola concessione del gigante della TV a pagamento: la cedibilità della password di accesso alla piattaforma. Dunque, tra amici o parenti, questa condivisione è divenuta una parola d’ordine. Una parola d’ordine che dal team di Netflix è stata individuata come causa delle perdite economiche registrate nell’ultimo anno.

LEGGI ANCHE: Lavori in casa | Quali obblighi ci saranno nel 2023

Pertanto dal 2023, Netflix dice basta alla condivisione delle password: sarebbero “troppi” i 100 milioni di utenti nel mondo che usufruirebbero di questo “regalo”; un numero altresì sproporzionato se si pensa ai 223 milioni degli abbonati a Netflix. Un giro di vite necessario a quanto pare, data la rapida ascesa de concorrente Disney+ e Prime Video. Si inizierebbe dunque dal controllo del nome utente ID e dell’indirizzo IP per la connessione a internet. Causa la crisi economica e l’aumento del costo della vita, anche altri colossi potrebbero prendere iniziative simili dopo il sostanzioso calo dei ricavi nel corso dell’anno in chiusura.

Gestione cookie